Il ritorno della cicogna

Progetto CICOGNE in Lombardia: responsabile Pierfrancesco Coruzzi

  cicogne sul nido, Viboldone, tangenziale est, milano 2010 foto: G.Zani

Dopo un’assenza durata secoli, la cicogna bianca è tornata a fare il nido a Milano!

Report stagione riproduttiva 2016 Cicogna bianca in Lombardia

Quest’anno i nidi individuati e monitorati, suddivisi nelle province di Pavia, Lodi, Mantova, Milano e Brescia, sono stati in totale 77 (14 dei quali di nuova costruzione) e le giovani cicogne che risultano involate sono state 165.

Scarica il report della stagione riproduttiva della Cicogna bianca in Lombardia nel 2016


Report stagione riproduttiva 2015 Cicogna bianca in Lombardia

Nel 2015 c’è stato un incremento nel numero degli involi che è aumentato di ben 25 unità. Inoltre alle province che da anni ospitano nidi di cicogna bianca (Lodi, Mantova, Milano, Pavia) quest’anno si è aggiunta anche Brescia con un nuovo nido.

Dal mese di marzo a settembre ci sarà un attento monitoraggio dei nidi: chiunque può partecipare al progetto. È importante ogni singola informazione, sia di chi osserva con regolarità il nido sia di chi fa un’osservazione occasionale. L’attività va monitorata dall’arrivo delle cicogne, che può già avvenire in questi giorni, sino a fine settembre in funzione della data delle nascite.

Contattateci scrivendo a milano [at] lipu [dot] it se volete partecipare.

Scarica i documenti: 1) Cove selvatiche nel 2015; 2) Mappa Nidi in Lombardia nel 2015

Scarica l'articolo del 1/3/2016 pubblicato su "Corriere Milano"

 

Domenica 29 maggio 2016 - Cascina Venara di Zerbolò (PV) - in contemporanea alla Festa della Cicongna Bianca si è svolta, dalle ore 9:00 alle ore 12:00 l'attività di osservazione dei 15 nidi di Cicogna Bianca all’interno dell’area della Cascina. Presenti, tra gli altri volontari, Pierfrancesco Coruzzi (referente per la Lombardia Progetto Cicogna bianca Lipu) e Giorgio Casiraghi (collaboratore del Progetto Cicogna bianca per Lipu-sezione di Milano).

Sono stati contati un totale di 37 pulli. Inoltre è stato possibile rilevare i seguenti comportamenti:

1) Movimenti delle cicogne adulte con partenza dal nido per l’alimentazione e ritorno in rapporto alla variazione delle condizioni climatiche;
2) Atteggiamenti diversi adottati dalle cicogne adulte durante la pioggia per proteggere i pulli, ad es. quelli molto piccoli tendevano a raggrupparsi intorno alle zampe del genitore;
3) Comportamenti omogenei delle cicogne in una specifica fascia oraria, ad es. nella prima parte della mattinata tutte portavano materiale da costruzione (rami, paglia e fango) al nido.

 

Le cicogne dove sono? Leggete "la storia" per sapere di più!

Era infatti dal ‘600 che questi uccelli avevano smesso di riprodursi in Italia, avendo pagato cara la “confidenza” che sono soliti concedere agli umani.

Ma da 40 anni a questa parte c’è stata un’inversione di tendenza, grazie soprattutto agli sforzi della LIPU che in molte aree d’Italia ha creato delle colonie di individui in semilibertà. Così - un po’ perché i nuovi nati andavano man mano a ripopolare il territorio circostante, un po’ perché alcuni individui che durante la migrazione dall’Africa al Nord Europa attraversavano l’Italia hanno ricominciato a fermarsi attratti dai conspecifici - si sono avuti i primi casi di nidificazione spontanea nel nostro paese. La Lombardia si è rivelata particolarmente adatta per questa ricolonizzazione grazie alla presenza delle risaie, terreno di caccia prediletto per questi uccelli che si nutrono in particolare di anfibi. La specie si è attestata soprattutto nelle provincie di Pavia e Lodi, ma negli ultimissimi anni ha cominciato a frequentare anche la provincia di Milano.

Ora il ritorno può dirsi completo: nel 2010 una coppia ha fatto il nido per la prima volta nell’area metropolitana milanese, e per farlo ha scelto un luogo di forte impatto simbolico: un vecchio traliccio in disuso posto a meno di dieci metri dalla carreggiata della tangenziale est, sotto gli occhi delle migliaia di automobilisti che transitano da lì ogni giorno.

Guarda l'archivio fotografico